fbpx
Torna alla lista

Ziti Lunghi

 8,00

Da sempre uno dei formati più apprezzati in Campania, gli Ziti sono perfetti con condimenti intensi in grado di creare un ottimo equilibrio con l’intensità gustativa di questo straordinario formato di pasta. Il loro nome deriva dall’usanza passata che avevamo le donne senza marito – le “zite” appunto – di restare in casa a spezzare la pasta per i sughi della domenica anziché andare a messa con le famiglie.
Avvolto in “carta maccheroni” come si faceva una volta, questo formato va spezzato a mano prima di essere tuffato in acqua.
Best performance? Abbinateli al sugo di carne alla “genovese”, una delle più classiche preparazioni partenopee!

Provalo con: Carne, verdure, pesce o formaggio

Cucinalo così: Condito con ragù di carne o di pesce o gratinato al forno, meglio se racchiuso in uno scenografico timballo.

Parola di pastaio: Perché preferire i formati da spezzare a mano a quelli tagliati?
I formati di pasta bucati e dalla doppia lunghezza, come le candele, gli ziti e i mezzani, vengono prosciugati in verticale, appesi sulle canne. Proprio per questo, risultano aperti solo da un lato, producendo processi enzimatici che si verificano solo in queste condizioni e allungando, quindi, di molto i tempi di prosciugazione rispetto ai formati di pasta corta, anche di 24-48 ore necessarie per estrarre l’umidità intrappolata nelle lunghe colonne di pasta. Grazie a questo particolare processo di essiccazione la pasta acquista un sapore del tutto diverso, straordinariamente ricco con note di mandorla e fieno, leggermente fermentati e assenza di dolcezza. Ma poi, volete davvero rinunciare alla goduria di raccogliere i pezzettini irregolari spezzati e conditi in abbondanza rimasti sul fondo della pentola?

Descrizione

Pasta di Gragnano IGP, grano 100% italiano.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.5 kg
Tabella nutrizionale

Per 100g: ENERGIA: 354 Kcal, Grassi 1,3g (di cui saturi 0,3g), Carboidrati 70,0g (di cui zuccheri 3,3g), Fibra 3,3g, Proteine 14g, Sale <0,01g